Su di me

ottobre 12, 2017

Benvenuto nel mio angolo creativo!

Il sito ospita opere realizzate esclusivamente al computer.
Questa forma di espressione mi consente di sperimentare molte tecniche grazie ai diversi strumenti (colori, forme per il pennello, texture per le tele ecc.) da utilizzare con la tavoletta grafica.
Mi bastano quindi il portatile e una penna “speciale” per avere tanti materiali digitali con cui sbizzarrirmi: lo schermo del computer è la mia tela bianca, lo stilo grafico è il mio pennello.

I soggetti sono volti familiari o semplicemente foto trovate in rete, personaggi noti o aspetti della natura… qualsiasi cosa sia fonte d’ispirazione. Spero di non violare alcun copyright, in quanto ritraggo ciò che vedo attraverso la mia creatività.

Ma se volessi rendere tangibili i miei pezzi d’arte? E’ abbastanza semplice: i file possono essere stampati su svariati supporti, dalla carta alla tela al plexiglas, per avere così quadri veri e propri, ma anche cuscini, magliette e altri oggetti decorativi.
Tieni conto che, per ovvi motivi, può verificarsi qualche piccola variazione cromatica tra il file e la stampa. Inoltre può essere presente qualche piccola imperfezione nei pannelli dovuta alle procedure di stampaggio e rifinitura, che comunque non pregiudica la qualità dell’opera.
Per non svilirne il valore, ogni dipinto è stampabile fino a un massimo di 5 copie numerate.

Scrivimi – in fondo ad ogni pagina trovi i miei contatti – se vuoi informazioni o anche solo per suggerimenti e critiche: sarò felice di rispondere!

at65


Curriculum Vitae, con la lista delle esposizioni a cui ho partecipato.


Il parere degli esperti

Esiti di impressionismo ed espressionismo, ma condotti con coerenza sulle trame della digital art, rendono i dipinti di Antonella Torquati contemporanei ma con un vivace sguardo al passato. Un fare arte frutto di sperimentazioni, ma ben ancorato alla forma. [Gina Affinito, curatrice]

Chiudo gli occhi e tutto mi sembra più nitido, metodo infallibile per far connettere il mio cuore alla mia mente. Tutto è giusto, le mie mancanze e le mie ricchezze. Non siamo niente se non capiamo che qui dentro, in questo contenitore fatto di ossa e di muscoli, siamo in due, anime luminose, accecanti nelle nostre imperfezioni. [Teresa Stacca, critico]

Sono felice che vengano finalmente apprezzate e diffuse le opere di un’artista che è nata col pennello in mano ed è dotata di una sensibilità che scava nelle profondità dell’animo umano, traducendo emozioni complesse in immagini artistiche e affascinanti, di immediato impatto per la mente e il cuore di chi le osserva. Quali parole avrebbero una tale potenza? [Patrizia Zambianchi]


Stampa:  La città (1), La città (2), La fune, Artevista


Intervista rilasciata in occasione della mostra “Una voce per le donne” (novembre 2017), 809 Art Gallery, Milano.


Campagna di crowdfunding Eppela